martedì 5 agosto 2014

Finché morte non vi separi


 

Don e Maxine Simpson, 90 anni lui e 87 lei, di Bakersfield, in California sono stati sposati per 62 anni e sono morti a poche ore di distanza l'una dall'altro. Una storia d'amore che la nipote ha voluto raccontare mostrando le immagini dei nonni, che hanno trascorso le ultime ore tenendosi per mano e sorridendo. Don e Maxine si incontrarono in un bowling e non si sono più lasciati. Insieme hanno cresciuto due ragazzi, hanno viaggiato per il mondo e sono diventati cittadini modello nella comunità di Bakersfield. Due settimane fa, Don è stato trasportato in ospedale per la frattura del femore, ma le sue condizioni sono peggiorate subito. I familiari lo hanno riportato a casa per stare con la moglie che da diversi anni lottava contro il cancro. "Sapevo nel mio cuore che questo era quello che doveva accadere. Nonna e nonno dovevano stare insieme e sarebbero anche morti insieme", ha raccontato la nipote Sloan. Le foto hanno fatto il giro del web. Maxine è morta subito e il marito l'ha seguita 4 ore dopo. "Semplicemente incredibile, la loro era una storia d’amore.storia d'amore vera", ha detto la nipote.

Dovrebbe andare così.

Poi penso a mia madre che, quella mano l’ha dovuta lasciare andare una notte di tanto tempo fa in una stanza di ospedale.

E penso alle mani di tanti che, non hanno mani da lasciare andare.

E a mani troppo pesanti, a mani troppo leggere per coprirsi il volto dai colpi di quelle pesanti, a mani fragili, a mani forti, a mani che proteggono.

Sono belle le mani.

Sono bellissime quelle rugose, dove attraverso le vene e i nodi, intravedi i grovigli di un’esistenza. Sono belle quelle dei vecchi, bellissime quelle dei bambini.

E’ cos’ì che dovrebbe andare.

Si dovrebbe morire insieme. Non sopravvivere a chi si è amato. Mai e poi mai, ai propri figli.

Osservo a distanza di sicurezza le mie mani.

E sono tante le mani che vorrei mi accarezzassero ancora, e ancora.

 
https://www.youtube.com/watch?v=tt5__aq0j-M

9 commenti:

  1. E' Successo anche ai miei bisnonni!! baci sandra frollini

    RispondiElimina
  2. No, mai si dovrebbe sopravvivere ai figli perche' vivere e' impossibile e sopravvivere una condanna! I miei bisnonni sono morti tenendosi per mano, in un letto cge era diventato la loro casa e dopo 70 anni insieme...pare che un tempo i miracoli esistessero...

    RispondiElimina
  3. Mi hai commosso...e non e' la prima volta!

    RispondiElimina
  4. ho letto anch'io questo articolo oggi, e ho pianto un po' guardando quelle foto. sì, è così che dovrebbe andare.

    RispondiElimina
  5. che storia meravigliosa....si hai proprio ragione....ci sono tante mani....

    RispondiElimina
  6. Anche i miei nonni sono morti a pochi mesi di distanza. L'amore vero e' qualcosa di stupendo e insondabile, come la vita stessa...

    RispondiElimina
  7. Ricordo con nostalgia le mani di mia mamma che mi hanno lasciato e ora devo tener per mano mio papà.

    RispondiElimina
  8. Sopravvivere ai propri figli...credo che sia il peggior timore di ogni genitore.
    Come al solito, cogli nel segno ed emozioni, Raffaella.

    RispondiElimina
  9. Quanto mi ha fatto,piangere questa storia e mi fai piangere pure tu quando dici non si dovrebbe mai sopravvivere a chi si e' amato. Bella Raffaella, riuscirò mai a stringerti la mano?!?

    RispondiElimina