giovedì 6 settembre 2012

La Dellera è stata qui


Questa mattina con somma gioia del mio consorte c’è stato un rapimento di persona. La sottoscritta è stata prelevata dagli extraterrestri che al mio posto hanno mandato la Dellera.
Vi ricordate della Dellera? Francesca Dellera? La bella donna tutta forme burrose e labbra a canotto lanciata da Tinto Brass , non so in quale dei suoi film?
Della fisicità della Dellera non potrebbe importarmene di meno, ma della sua bocca sì, perché oggi la mia, somiglia proprio a un canotto super fornito di accessori.

Soffro di Herpes labiale, una fastidiosissima infezione che si manifesta sulle labbra causata dall’herpes simplex virus di tipo I, responsabile di piccole lesioni labiali.
 
Tutti gli individui, almeno una volta nella vita hanno avuto un contatto con il virus.
Infatti il contagio avviene  in giovane età ed è molto spesso asintomatico.

Quasi tutti hanno quindi anticorpi contro il virus.

Il virus allo stato latente rimane posizionato nei gangli nervosi, ma è sempre pronto a scatenarsi negli stati di “debolezza” del suo inconsapevole portatore per esempio in caso di stress psico-fisico, infezioni batteriche, radiazioni solari, squilibri alimentari, ciclo mestruale, gravidanza, trattamenti farmacologici che indeboliscono il sistema immunitario e traumi.


Quando morì mio padre, mia madre fu costretta a portarmi al pronto soccorso poiché credeva che le mie labbra sarebbero scoppiate di lì a poco e alla tragedia numero uno, avremmo aggiunto la numero due. Il medico di turno le chiese se mi fosse successo qualcosa e lei rispose che sì, effettivamente, qualcosa era successo, era morto mio padre.
Fu allora che il medico la tranquillizzò, dicendole che l’intero mondo di emozioni che avevo dentro  era deflagrato sulla bocca anziché rimanere dove era sempre stato.
 E da allora è sempre stato così.
Questa manifestazione, fastidiosa come un gatto avvingiato alle tue spalle dopo che ci hai preso su il sole e ti scottano al solo tatto, colpisce la parte della popolazione che ha già contratto il virus in precedenza. Questi soggetti possono essere predisposti a frequenti recidive.
Io sono uno di questi soggetti. Che culo, eh?

Capisco perfettamente quando il virus sta per attaccare di nuovo la mia bocca (a volte mi assale anche tra naso e bocca o sotto di questa) i sintomi premonitori tipo, pizzicore, prurito, formicolio, mi annunciano che di lì a poco la mia bocca esploderà e comparirà un eritema con vescicole antiestetiche e dolorose che non descriverò perché non è proprio un bel vedere né un bel sentire.

Fatto sta che alla fine del periodo d’infezione, tutto torna come prima e la pelle si rigenera per difendersi da un nuovo attacco.
 Di solito il mio processo infiammatorio dura dalle 36 alle 72 ore, e durante questo periodo, credetemi, è meglio perdermi che trovarmi.

Solo la mia bocca somiglia a quella della Dellera, il resto del corpo è posseduto da una creatura infernale piuttosto irascibile.

Ho provato di tutto, ma veramente tutto, compresi laser, antivirali, pomate e rimedi naturali.
 Ma tutti gli strumenti per combattere il virus falliscono miseramente su di me.
 
D'altronde non s'è mai visto un demone sconfitto dalla calendula!

Inutile, quando sono giù di difese o sotto stress o stanca o emotivamente nuda, quello mi attacca.

Così ci ho fatto il callo e se ho un evento importante in programma, so che ci andrò con la bocca storta o gonfia, modello paresi.
 
Se guardo le foto dei miei passati traguardi vedo una bocca a canotto il giorno della mia laurea, una bocca a canotto il giorno del mio matrimonio, una bocca a canotto alla presentazione dei miei libri, al ritiro di un premio, una bocca a canotto il giorno della nascita di mio figlio.
 
Poveraccia penserenno, sarebbe pure carina se non avesse quella bocca a canotto!

Ora, dato che durante queste ore io non riesco neanche a sorridere, i miei lineamenti sono tesi e pare che mi sia sparata direttamente sulle labbra del botox in quantità industriali, mi chiedo- ma davvero la gente paga fior fior di quattrini per avere una bocca che ricorda il didietro di una papera, avere un sorriso stereotipato -  che ce l’han tutte uguali perché hanno la globalizzazione in bocca - e non riescono più ad avere un’espressione che non ricordi quella di una bambola di cera?

Mi sta bene il mito dell’eterna giovinezza, passi il desiderio, legittimo, di avere labbra turgide e carnose, (ma ha sessantacinque te ne devi fare una ragione se non le hai più come una volta), ma aspirare a quella rigidità facciale, quell’immobilità espressiva che caratterizza molte attrici, veline, donne giovani e non più giovani, per me è follia.

Capiamoci, non sono contraria alla chirurgia estetica tout court. Se hai un difetto che ti far star male, che diventa invalidante, ben venga la chirurgia. Non sono contraria alle cose definitive (ho cinque tatuaggi, figurarsi), ma è sul senso del ridicolo che dissento e sull’omologazione delle bocche e delle persone.

Mi chiedo, anzi ti chiedo, boccuccia a canotto: Hai un problema con gli specchi della tua casa che sono di legno, o davvero pensi di essere più bella con quella tua bocca ridicola uguale alle altre tremilacinnquencentomilioni di boccucce a canotto gonfiabile?

Ancora, è inutile che ti rifaccia bocca, tette, e occhi. Se hai "anta e passa", comunque ti crollerà dell’altro.
Non sarebbe più dignitoso, allora, sfoggiare le proprie rughe, con rispetto per se stesse e per la propria storia e basta?

Quanto può essere interessante il viso di una donna, bello, curato, ma naturale, che lascia che il tempo gli rubi  turgore ma le doni esperienza?
 
Quanto può raccontare una ruga, quanto di se stessi può esserci dentro la piega della propria pelle?
 
E’ la storia della volpe e dell’uva? Forse. Chi ha il pane non ha i denti?
 
Può essere, ma ho la bocca a canotto, solo a fasi alterne.
 
Fa paura invecchiare e spaventa morire con o senza air bag sulle labbra.

Sarà che ho un ego smisurato, a detta di mio marito, ma pensare di essere unica di non essere omologata ad altre da interventi chirurgici o o da lineamenti banali, mi fa sentire speciale.
 Sarà che temo la mancanza del senso del ridicolo, che ritengo più sobrio il difetto dell'eccesso, che ho sempre cercato un mio stile,  ma certe bocche, proprio non se possono guardà!

Compresa la mia, oggi.

P.S.

Pare che al momento vada in voga la chirurgia plastica genitale.
O Madonna mia, torneremo tutte illibate!

 

 

 

 

 

20 commenti:

  1. Questo post è davvero interessante, vuoi perchè sono tra le fortunate portatrici sane dell'Herpes labbiale, caro amico che compare così, senza essere invitato e che è invalidante da morire, non fosse altro per il male cane che fa. Poi una mia amica, della nostra specie, portatrice di Herpes, mi ha fatto conoscere i Compeed, che non fanno come dice la pubblicità, miracoli, ma mi danno modo di non toccarmi, non rompermi le labbra e le lesioni e mi lasciano modo di mangiare in santa pace. Io ci ho trovato un validissimo rimedio e ti assicuro che io quando ho l'herpes divento un mostro, che la Moric in confronto è Barbie.
    Sei poi elegantemente scivolata su un argomento che suscita in me molte domande... ma queste come cazzo fanno a ridursi così?
    Come te penso che il difettino si possa correggere, chi ha un seno minuscolo e vuole una terza ci può anche stare, chi ha la gobba sul naso vabbè, ma, e riporto l'esempio della Moric, se sei poco più che ventenne e sei già molto carina, come fai a distruggerti la faccia di chirurgia e botox?? Vedi la Kidman, vedi la Ryan, tutte donne giovani e bellissime che sono diventate non solo tutte uguali, ma tutte orribili! Vuoi dirmi che una naturalissima Kate Winslet, che fa una campagna contro il botox, non è meglio di loro? Con tutti i difetti e le rughe che il tempo le regalerà... certo che lo è! E poi dai, vista una, viste tutte, tutte inespressive, tutte con gli occhi sbarrati, le labbra a canotto e gli zigomi pieni e tirati che se ridono gli si apre la faccia.... incomprensibile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quoto su tutto. Tra le altre cose, benedette figliole che la natura vi ha già copiosamente aiutato, ma che caspiterina cercate di più dalla vita? Ringraziate il signore e state contente, no?

      Elimina
  2. Senza raggiungere gli estremi di cui parli, anche per, a cadenza bimestrale (più o meno), compare lui. Sempre angolo destro, e a parte l'aspetto estetico, tre/quattro giorni di dolore!!! Niente è servito e i Compeed, a me, nemmeno si attaccano!!!! Tra l'altroto iniziando ad agitarmi, perché il bimestre è quasi finito!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh cavolo....gli errori che ho fatto scrivendo!!! Scusa!!!

      Elimina
  3. Per l'herpes la Propoli è miracolosa..se inizi al primo pizzico, cioè quando ti accorgi che stà arrivando..brucia ma funziona!usa la tintura madre. ...Per le altre cose non mi pronuncio, credo che le donne, specialmente quelle della mia età, ma anche quelle più giovani (ed è anche peggio!)hanno perso di vista molti punti importanti e centrano la loro vita solo sull'apparire...senza rendersi conto che resteranno presto con le mani vuote..oltre al cervello!....opinione mooolto personale, quindi si può anche non essere daccordo ^_^
    ciaooo e grazie dei complimenti e della visita al mio blog
    carmen

    RispondiElimina
  4. Grazie dei consigli. Proverò...

    RispondiElimina
  5. passerà..
    ma visto che non ho mai avuto l'herpes.. non offenderti se non ti bacio! :o)))))))))
    Adelia

    RispondiElimina
  6. Anche io somatizzo!
    Per l'herpes non servono consigli.....ci vorrebbero miracoli!! Pensa alla povera Dellera (e a quelle come lei).....tu tra 4 giorni ritorni normale....lei invece.... :)

    RispondiElimina
  7. Per l'herpes non saprei... fortunatamente non l'ho mai avuto.
    Per il resto, sottoscrivo ogni parola, soprattutto a proposito del senso del ridicolo, anche se fondamentalmente sono convinta che certi eccessi nascondano una tristissima mancanza d'amore.
    Grazie per essere passata!

    RispondiElimina
  8. Il mio demone recidivo si chiama candida. Ognuno c'ha il suo!
    P.S. chirurgia vaginale... ma perché????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adriana, non chiedermelo, ho paura solo a pensarlo!!!!

      Elimina
  9. La chirurgia vaginale va di moda anche in India, e non solo quella. Ho guardato uno spot assurdo che promuoveva un gel vaginale per restringere la vagina e così ritornare quasi vergini. Mah! Le labbra è l'unica cosa bella che ho: naturalmente carnose ;-)

    RispondiElimina
  10. Che poi per la patata basta fare la ginnastica perineale, altro che chirurgia!
    Mi dispiace tanto per il tuo herpes, io ho lo stesso demone di Adriana, e non c'è cura che tenga, ogni tanto si ripresenta.
    Ho anch'io una particolare avversione per la bocca gonfiata, tra l'altro non conosco un solo uomo che la trovi attraente...
    Guarisci presto!

    RispondiElimina
  11. Per fortuna l'herpes mi visita poco, lo odio proprio.
    Per la chirurgia estetica non ho mai pensato di farne uso, nonostante i difetti e l'età, temo l'omologazione di cui parlavi. E poi se devo spendere soldi per un canotto ... lo voglio in mare!! ;)

    RispondiElimina
  12. sì sì anch'io come Adriana a Mafalda, ok non si vede ma aiutooooo

    RispondiElimina
  13. Eh si'. Non come la Dellera, ma ci sono anche io.

    RispondiElimina
  14. io intervengo con cattiveria con aciclovir, non appena sento i primi sintomi. Così non dura di meno, ma almeno non mi massacro.

    Comunque è nulla rispetto alle afte in bocca. Soprattutto se sulla lingua, il top sotto la lingua, al frenulo. Anche perché poi le afte generano, per induzione, l'herpes... :)

    RispondiElimina
  15. ...cara mi dispiace...Questa è un'altra cosa che abbiamo in comune, l'herpes nei momenti "difficili"...come quando ho perso il mio angioletto...
    Di solito il tea tree oil mi è di aiuto. In bocca al lupo!

    RispondiElimina