lunedì 27 aprile 2015

Filastrocca del diritto al gioco


 
Fammi giocare solo per gioco

Senza nient’altro, solo per gioco

Senza capire, senza imparare

Senza bisogno di socializzare

Solo un bambino con altri bambini

Senza gli adulti sempre vicini

Senza progetto, senza giudizio

Con una fine ma senza l’inizio

Con una coda ma senza la testa

Solo per finta, solo per festa

Solo per fiamma che brucia per fuoco

Fammi giocare solo per gioco.

 
(B. Tognolini)

6 commenti:

  1. Ecco una poesia da far imparare a memoria ai genitori

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, non conoscevo questa poesia e mi è piaciuta moltissimo.

      Elimina
  2. Bellissima, sto allestendo la sezione bambini di una biblioteca, sarebbe bello farne un poster. :-) grazie

    RispondiElimina
  3. Stupenda!! Da ricordare...

    RispondiElimina
  4. Tognolini non delude mai, è sempre un viaggio quello si vive attraverso le sue parole. E approfitto di questo bel clima per fare gli auguri al tuo bambino bellissimo, con estremo ritardo come sempre mi capita ormai.

    RispondiElimina
  5. ehhhh non la conoscevo Tognolini è Tognolini

    RispondiElimina