venerdì 9 maggio 2014

Nel cuore



Lui le disse – “Non andare, rimani ancora. Abbracciami più forte”

Lei rispose a malincuore – “E’ tardi. Non possiamo. Ma lo strinse”.

Fu allora che lui le disse – “Entrami nel cuore, mammina”.

E lei pianse le lacrime di ogni madre che non sarebbe mai potuta entrare nel cuore del proprio bambino.

 

16 commenti:

  1. Commozione immensa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, mi ha commosso tanto perché è stato come se lui avesse saputo...

      Elimina
  2. Risposte
    1. A volte mi lascia senza parole e mi stupisce che colga cose invisibili. Forse come tutti gli altri bimbi ma a me sembra che sappia tutto quello che c'è stato per raggiungerlo
      Sguardo millenario.

      Elimina
  3. oooooh si tanta commozione, che poeta il tuo bambino!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era meglio il calciatore di questi tempi!

      Elimina
  4. semplicemente sono senza parole......

    RispondiElimina
  5. Ha preso dalla poesia della mamma il pargolo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, ah. Come dicevo a Sfolli forse è meglio che si impegni in altro,visti i tempi.

      Elimina
  6. Che tenerezza infinita!! ❤️❤️
    Laura

    RispondiElimina
  7. No, ti prego: basta calciatori. E' ora che i poeti si riprendano il mondo. Dobbiamo aiutarli noi. Un abbraccio a te e al tuo poeta.
    Monica

    RispondiElimina
  8. Bellissimo!
    Aiutiamo questi poeti a sconfiggere i calciatori, il mondo ci ringrazierà.

    RispondiElimina
  9. Auguri cara Raffaella e auguri a tutte le mamme! A chi lo é già, a chi sta per diventarlo e a chi non lo diventerà mai ma nel suo cuore lo sarà sempre ❤️❤️
    Laura

    RispondiElimina