martedì 2 aprile 2013

Cosa ti lascio


Sono giorni molli. Giorni in cui vorrei, ma non riesco.

Ho bisogno di riprendermi. Ri - prendere una me nascosta in qualche ritaglio.

Ho bisogno di un’idea, di farfalle nello stomaco, di uno spicchio di cielo.
 
Quando mi chiedono cosa vorrei che mio figlio ricordasse di me, di noi, vorrei questo.

Essere il suo spicchio di cielo.

Un trancio di pizza, mozzarella che fonde.

Lo sciabordio di parole d’amore.

Il sapore dell’acqua di mare.

La ninna nanna della notte bella.

La sua strisca di sole.

La sua pausa dal dolore.

 

 

33 commenti:

  1. Sei incredibile :) anche io me lo chiedo spesso e fra le mie risposte ci sono anche le tue :9

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che ogni genitore se lo domandi. Ultimamente però ho dovuto rispondere a questa domanda per qualche intervista e mi sono interrogata sul senso del cosa lasciamo ai nostri figli.
      E sono riemesri molti dubbi.

      Elimina
  2. Mi commuovi Raffaella, perché non essendo ancora mamma penso alla mia che è la mia forza. Sarai tutto questo per il tuo adorato figlio e molto, molto di più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo spero. Come spero per te di provare le stesse sensazioni.

      Elimina
  3. Di sicuro lo sarai, ma capisco i tuoi giorni mollicci, quanti ne ho vissuti pure io, in cerca di farfalle (recentemente le ho trovate a roma come sai, e sono state il titolo del post!) ma si possono trovare inaspettatamente un po' dappertutto, una cosa che mi fa sempre bene, anche se molto piccola, è il caffè in una certa pasticceria, da sola, a pensare e guardarmi in giro. Se può farti stare un po' meglio ti dico che alla Feltrinelli di p.za wagner, che frequento abitualmente, c'era una bella pila del tuo libro, in un reparto dedicato molto giusto come posizionamento. Il posizionamento è importante, fondamentale, al fine delle vendite. Enjoy and write, scrivi Raffaella scrivi sempre. baci sandra frollini

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le amiche romane parlano di te in modo spumeggiante. Raccontano una donna con una grande vitalistà, tante idee, tanti progetti,molte farfalle.
      Si Sandra, le cose belle sono anche nelle tazzine del caffè, dietro a scorci, sui volti. Saperli cogliere è altro. Saper rendere, pausa, il dolore, è una grande dote. Tu la possiedi.

      Elimina
    2. miiiii grazie che splendide parole per me!!
      Grazie mi fanno proprio bene.
      Sandra

      Elimina
  4. vorrei anch'io, ma so anche che lui lo sente, un pò lui lo sa che io posso essere il suo spicchio di cielo.

    RispondiElimina
  5. Lo so, sono il solito maschio, ingegnere, pure della vergine. Ma io credo che tu a tuo figlio lascerai molto, ma molto di più. Meno poetico, ma molto più ricco e concreto. Lascerai un'impronta, un esempio, una formazione, un metodo. Lascerai la consapevolezza di dover cercare la cosa giusta, anche se non sai se quella che hai davanti lo è veramente. Lascerai forza e capacità di commuoversi. Lascerai gioia e fatica, e la capacità di capire che non c'è una senza l'altra.

    Tutto questo, e tanto altro ancora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E tu non saresti poetico? Se solo riuscissi a lasciargli la metà delle cose che dici,(dette con una lirica bellissima), sarei la persona più completa del mondo. L'impronta,l'esempio, la consapevolezza di cercare il bello dopo il brutto, sapendo che esistono entrambi, la capacità di capire...io ti trovo un ingegnere ameno!

      Elimina
    2. :) l'ingegnere ameno mi ha fatto rotolare dalle risa! Mi sono visto già sulla guida del Touring :D :D :D

      Elimina
  6. Arrivi sempre al momento giusto con le tue parole perfette.
    Io sto iniziando a preparare un diario, fatto di pensieri e post, di immagini. Quando mio figlio sarà abbastanza grande spero che questo possa dargli un'idea di quanto l'ho amato, pur nelle nostre quotidiane battaglie. Perché so di essere il suo gancio più forte quando ha bisogno di essere sostenuto ma vorrei che un giorno vedesse anche il sole, la gioia e la gratitudine che ho dentro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fai benissimo Marzia, credo che tu lo debba fare e per te e per lui.

      Elimina
  7. Mi hai commosso, anch'io penso spesso cosa penserà di me mio figlio quando sarà grande, sarò riuscita a trasmettergli tutto quello che ho dentro?.... bellissime le ultime frasi.

    RispondiElimina
  8. Si ricorderà di te...di Raffaella, la sua mamma!!!!!

    RispondiElimina
  9. sembra una poesia...
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Frida cara, vorrei rendergli la vita bella come una poesia, ma so che non potrò mai difenderlo dalle sofferenze.

      Elimina
  10. Ri prendere una me nascosta in qualche ritaglio.
    Hai la capacità di emozionarmi e di concentrare ciò che vuoi dire in pochissime parole...queste si che sono doti! Bravissima. Tuo figlio non può che ricordarsi sempre di te, sorridendo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh...troppi complimenti Berry, mi fai arrossire!

      Elimina
  11. Raffa sei semplicemente meravigliosa!! per lui sarai tutto questo e molto di più!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. meravigliosa e disastrosa Franci! Speriamo che si accorga più dei pregi che dei difetti.

      Elimina
  12. E proprio questo e molto altro gli lascerai.
    E poi tornerà la primavera e anche tu ti ritroverai. Tu e il tuo spicchio di cielo, che è anche quello che aspetto io :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Raffaella, per lui sei questo e molto di più. Sei una mamma speciale, non mi stancherò mai di ripeterlo. :***
      PS. Nina, mi anticipasti! :)

      Elimina
    2. Le mie tesorine...vi auguro uno spicchio di sole gigante, un trancio di cielo sereno, e rondini e gabbiani e voli e ali aperte. perchè da voi può nascewre solo volo.

      Elimina
  13. Ed ecco, io adesso piango dalla commozione....

    RispondiElimina
  14. Gli lasci la consapevolezza di avere una mamma speciale.
    E' un bambino fortunato.
    baci

    RispondiElimina
  15. La sua pausa dal dolore lo sei sicuramente già... e credo sia la cosa più bella

    RispondiElimina
  16. "La sua pausa dal dolore" è un'espressione bellissima.

    RispondiElimina