lunedì 12 novembre 2012

Una scelta insindacabile


Era da un po’ che ci pensavo. Da circa un paio d’anni. Ma la gravidanza prima, l’allattamento poi e la pigrizia mi facevano rimandare.
Alla fine ho deciso e sto, finalmente, diventando vegetariana.

Dico “sto diventando vegetariana” perché credo che questo cambiamento non abbia solo a che fare con un regime alimentare ma con una crescita interiore che non so spiegare.
Si diventa vegetariani per motivi diversi, etici, religiosi, salutistici, economici o ecologici. O forse per tutti questi motivi, insieme.

Ci sono diversi regimi alimentari di tipo vegetariano, più o meno rigidi, fino al veganesimo, che per ora non abbraccio. Come ci sono molti pro e molti contro questo regime alimentare.

Molte sono le persone onnivore a favore e molte persone ( tra cui mio marito) contro i vegetariani e le loro ragioni.
Entrambi i modelli, onnivoro o vegetariano, al di là delle considerazioni di tipo etico, presentano lati positivi e negativi dal punto di vista salutistico.

Non posterò le foto degli allevamenti intensivi, o quella degli occhi di un vitello tolto alla madre. Non parlerò delle condizioni di vita in cui sono allevati animali per essere uccisi e mangiati. Né di come siano uccisi.
Voglio solo rispondere a chi si chiede perché uno si sveglia una mattina e decide di scegliere di diventare vegetariano o più apprezzabilmente vegano.

Perché succede che, a un certo punto della vita, di rendi conto di non sopportare più la violenza perpetrata nei confronti dei più deboli.
Perché ti rimane in bocca quel sapore impastoiato di sangue che non vuoi più sentire.

Perché ti chiedi cosa tu stia facendo realmente per il futuro di tuo figlio e che pianeta hai deciso di lasciargli.
Perché tu ami gli animali, e se li ami, non puoi mangiarli.

Perché da quando è nato tuo figlio, il senso di maternità e di protezione che senti verso di lui non è dissimile da quello che sentirebbe una pecora nei confronti del suo agnello.

Perché è così che ho deciso di vivere.

 

 

31 commenti:

  1. Benvenuta :)
    Non ho ancora trovato il modo di parlarne sul mio blog, ma sono vegetariana anche io, per i tuoi stessi motivi. Ti spiace se lo rebloggo?

    RispondiElimina
  2. brava, io lo sono stata da ragazza per 9 anni... la gravidanza mi ha costretto a ripensarci e da allora ho ricominciato con molta moderazione ma non posso più definirmi vegetariana... comunque è una scelta importante, a volte difficile ma che fa stare bene, dentro e fuori!

    RispondiElimina
  3. Lo capisco, ma capisco anche che la natura non ci ha fatti così. Il nostro corpo è fatto per essere onnivori: abbiamo l'apparato digerente fatto per questo, il metabolismo fatto per questo.

    In natura esistono gli animali carnivori, vegetariani e onnivori. Poi possiamo questionare sul fatto che i carnivori, di solito, servono per fare selezione nel gruppo delle prede, ma noi facciamo altro. Vero anche questo.

    Anch'io, se non trovassi la carne nel negozio, non avrei cuore di uccidere nessun animale per nutrirmi. Forse. O forse lo farei se fossi ridotto alla fame. Non so.

    Apprezzo molto la tua decisione. Io la capisco, ma non so se non son pronto, o semplicemente non la condivido.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabimente hai ragione. La natura ci ha fatto per essere onnivori. Ma possiamo vivere bene anche senza carne, immagino. Vero tutto quello che dici ed il suo contrario.Credo di essere arrivata ad un punto in cui sono semplicemente pronta o non posso fare altrimenti.Senza fanatismi come dice Adelia, che sono sempre pericolosi.
      Grazie per aver compreso.
      Baci

      Elimina
  4. benvenuta nel club!
    io non mangio carne o pesce da ormai 25 anni e sto benissimo.
    ho cominciato per amore degli animali e disgusto per la barbarie.
    detesto la violenza.
    poi ho scoperto che fa anche bene.
    senza fanatismi, che non mi piacciono in assoluto, direi che basta guardarci per capire che non siamo fatti per mangiare carne,
    non abbiamo artigli o canini sviluppati, il nostro intestino è troppo lungo.. e potrei continuare.

    se la lotta per la sopravvivenza fosse davvero tale anche per noi.. beh, non so fino a che punto ce la faremmo. se non avessimo strumenti adatti ad uccidere non so se riusciremmo ad abbattere una mucca a morsi.
    me la figuro, la scena..
    un branco di uomini assalta una mucca e prova per una decina di giorni a tenerla ferma ed a morderle la giugulare.
    la mucca nel frattempo s'è fatta un pò di spuntini, una passeggiata, s'è fumata una sigaretta e si è sdraiata per un riposino spiaccicando 2 o 3 idioti che le stavano troppo vicino...

    scherzi a parte..

    hai fatto la scelta giusta, almeno per me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora posso chiederti consigli? Ti satrò incollata come una cozza allo scoglio, meglio perdermi che trovarmi!

      Elimina
    2. sono a tua disposizione :o)
      mi piacciono le cozze.. VIVE E VEGETE NEL MARE :o)

      Elimina
  5. Una scelta coraggiosa che dovrei condividere per il mio amore incondizionato per gli animali. Ma la coerenza non è da tutti, quindi per ora non ho ancora sentito il richiamo del vegetarianesimo (non credo esista come parola...) anche se per la carne che mangio io, davvero non farei nessuna fatica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credimi, non sono una persona coerente neanche io. Però è vero quello che dici sul richiamo.

      Elimina
  6. Qualche tempo fa ci avevo pensato anche io, amo troppo gli animali e, sinceramente, non mangio per abitudine tanta carne.
    Ma sono ancora in quella fase dei pro e dei contro.
    Credo che la decisione deve venire da dentro e scatta come una molla.
    Io sono sempre per la libertà che sia di espressione, di pensiero e, perchè no, anche di alimentazione!!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Libertà di alimentazione, bellissimo Pat!

      Elimina
  7. Ciao, ti seguo da un po', non so come sono arrivata qui :)
    Io sono stata vegetariana per due anni prima di diventare, lo scorso aprile, vegana, quindi condivido appieno, anche per il fatto che si tratta non solo di un modo diverso di alimentarsi ma di uno stile di vita.
    Inizialmente è stata una scelta dettata da motivazioni etiche, poi informandomi ho scoperto tutte le conseguenze che il consumo di proteine animali ha sulla nostra salute e su quella del pianeta, e sono sempre più convinta.
    Sto benissimo sia fisicamente che psicologicamente :)
    L'importante è che la dieta sia bilanciata (ma questo vale anche per le diete onnivore!)
    Se hai bisogno di qualche "dritta", link, info, ecc. sono disponibilissima :)
    Buon viaggio ;)

    RispondiElimina
  8. Leggo con interesse quello che scrivi, anche se come Ilmondoatestaingiu non mi sono ancora formata un'opinione precisa.
    Però come tutte le scelte personali e che non toccano gli altri, la rispetto, non può essere altrimenti.

    RispondiElimina
  9. E come sempre... riesci a descrivere mirabilmente i miei pensieri! :) Io sono vegetariana da quando avevo 17 anni, poi due anni fa ho ricominciato a mangiare il pesce, soprattutto il pesce azzurro (quello ricco di Omega3),ma solo ogni tanto. Per anni ed anni ed anni ho lottato contro la violenza sugli animali, contro il consumo gratuito ed incondizionato della carne (talvolta anche farcita di ormoni!); sono stata socia della LAV, dell'ENPA, WWF.... E a tutti coloro che parlano per luoghi comuni ("Ecco perchè si osì magra", "Se non mangi carne, che mangi?", "Se non mangi la carne stai male"... e tante altee amenità), mostro le mie analisi del sangue. A parte le ovaie in pensione, godo di ottima salute e non mi manca assoutamente NULLA!!! PS ho un'infinità di ricetine "verdi" e un libro illustrato su cme raccogliere e cucinare i fiori e le erbe spontanee :***

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perchè non ti hanno detto che i figli non arrivano per colpa delle verdure? Ah, ah. Qundi,fammi capire, potrei anche dimagrire?? Ah, non ci avevo pensato.
      Baci

      Elimina
    2. E...satto!! Vegetariana=STERILE Vegetariana=sifilitica secca come un chiodo! 'Tacci loro!! Mia suocera poi è un tripudio di luoghi comuni "Mica puoi mangiare sempre uova e formaggio" Ma chi li mangia!!! Io manio anche altra roba, tipo l'ortica (ricca di sali minerali), miglio, orzo, farro, miso, tofu, seitan e molto altro! Con la soia ci faccio pure le olive ascolane!

      Elimina
    3. Non so se riuscirò ad ingerire seitan. Mo vedo!

      Elimina
    4. io mi facevo il tofu in casa, ma ho dovuto rinunciare alla soia

      Elimina
  10. mettiamola così, ho già una limitatezza negli alimenti per problemi di altro tipo ed in certi casi la carne e/o formaggio e/o pesce mi fanno veramente da salvagente.
    mangio sempre meno carne, e non mi manca......il mio organismo ringrazia tutte le volte che non la mangio.
    sto notevolmente meglio!
    un giorno che ho mangiato 2 volte carne nella stessa giornata son stata malissimo...........è stato il barbamarito a rendersene conto.
    non riesco ad essere vegetariana......migliorerò crescendo :p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ognuno fa le scelte quando le sente. C'è sempre tempo per migliorare, no?
      Baci

      Elimina
  11. E' davvero una scelta insindacabile!
    Io mi limito a non mangiare cuccioli e a controllare la provenienza di ciò che mangio.
    Sono contenta che tu sia contenta, questo sì :)

    RispondiElimina
  12. Ammiro la tua scelta e ti ringrazio in anticipo per la decisione di non voler fare proseliti postando toni apocalittici che di solito ottengono l'effetto contrario. Come dico sempre ho scoperto il blog di Ci', vegan, grazie alle ricette succulente che postava.

    RispondiElimina
  13. Ammiro molto la tua scelta e vorrei seguirla anche io anche se so che dipende solo da me. intanto brava!

    RispondiElimina
  14. Il principio e' giusto e posso anche condividerlo ma nella pratica non so se ci riuscirei, non mangio carne tutti i giorni ma se x un po' non la mangio poi mi manca.. E' quasi un bisogno del mio fisico. Pero' capisco benissimo le ragioni x essere veg

    RispondiElimina
  15. Brava, bravissima. Mio marito è vegetariano da quasi tre anni. Quando tutti gli chiedono, perché? e gli fanno prediche, filippiche ecc ecc senza che lui imponga il vegetarianesimo a nessuno, fra l'altro, risponde semplicemente *Perché amo gli animali*. Punto. Io non mangio più carne da anni per mille motivi (e non mi manca, assolutamente) ma ahimé mangio ancora il pesce, e non riesco a rinunciare. Però ho smesso di mangiare tonno e salmone, per i motivi che puoi immaginare. Un abbraccio

    RispondiElimina
  16. Ohio Ohio io sono carnivora decisa:-) Non toglietemi la mia tagliata cotta all'inglese con l'osso:-) Ma posso dirti però che da quando sono qui in Germania ne mangio di meno..ha un sapore diverso la carne di qui da quella in Italia, sa di gomma da masticare ed è molto cara qui e sul mercato trovi solo molto maiale maiale maiale qui te lo fanno uscire dalle orecchie..e da allora ne mangio poco..ma non posso evitare di mangiar carne essenso che sono anemica cronica:-) Notte Raffaella..ma fai bene..

    RispondiElimina
  17. Bellissimo questo tuo post. Essendo da sempre un'amante degli animali e, in generale, di tutti gli esseri più deboli, non posso che apprezzare la tua scelta. Da quando sono diventata volontaria di un'associazione animalista, poi, sempre più spesso mi capita di scontrarmi con l'insensibilità (o malvagità?) di gente ignorante che non vede alcun male nell'approfittarsi di creature innocenti che, purtroppo, da sole non possono difendersi. Certa gente pensa che gli animali siano nati per essere sfruttati e mangiati. A certa gente non importa neppure come vengono allevati o uccisi (e qualcuno neppure lo sa e rimangono basiti quando lo spiego loro!!).

    RispondiElimina